c.jpg

                       

 Gli stambecchi  arrampicatori

 

 Domenica 26 agosto 2018 

Il lago del Cingino in alta Valle Antrona (mt. 2255)  può sembrare un qualunque invaso formato dalla costruzione di una diga per scopi idroelettrici, ma presenta invece una curiosità unica nelle Alpi.

Sul muraglione verticale della diga sostano regolarmente gli stambecchi, attirati dal salnitro che esce dalla muratura: una visione decisamente inconsueta, anche perchè questi animali, di solito schivi e sinonimo di alta montagna, continuano indisturbati nel loro “passatempo preferito“ incuranti degli escursionisti che ne ammirano gli equilibrismi. Per raggiungere questi luoghi, non proprio a portata di mano, occorrono dalle tre alle quattro ore di cammino, ma la fatica della salita è ampiamente ripagata dal maestoso ambiente di montagna dell’alta Valle Antrona, ricca oasi naturalistica e storica.

 

Itinerario: Campliccioli -  Lombraoro di sotto -  Alpe Saler -  Alpe Cingino - Diga e Lago del Cingino (Ritorno per lo stesso percorso)

Caratteristiche: itinerario impegnativo ma su sentieri ben segnalati, prima attraverso belle foreste di larici a fianco del torrente e poi su pendenze più marcate fino al lago del Cingino.

Luogo di partenza: Diga del lago di Campliccioli  mt. 1352

Dislivello: mt. 890

Tempo dell’intera gita: 7-8,00 ore

Difficoltà: E  Escursionisti

Abbigliamento : scarpe robuste da trekking, abbigliamento da montagna, giacca impermeabile, cappello, 1 ricambio completo,  borraccia,  bastoncini da montagna, crema da sole, macchina fotografica, binocolo,.

Pranzo: al sacco

Ritrovo: Villadossola (VB), parcheggio uscita superstrada 33. Ore 8.00

Costo : 15 euro p.p.